La Via Degli Dei – Giorno 4

San Piero a Sieve – Fiesole ….. – FIRENZE!

Questo articolo è scritto molto tempo dopo la conclusione della nostra Via Degli Dei, quindi mi scuso se tralascio qualche dettaglio importante o le informazioni sono imprecise.

Dopo aver dormito a Vaglia (un piccolo albergo vicino la stazione che non mi sento di consigliare, se volete dettagli chiedete pure!) siamo ritornati a San Piero a Sieve con il treno. Sottolineo che questi spostamenti con il treno non hanno tagliato nemmeno un metro del percorso, mentre in altre recensioni che trovate sul web qualcuno ha fatto intere tappe con il treno!

Dal paese di San Piero a Sieve si sale verso il Monte Senario, quella salita che la sera precedente ci aveva intimorito a tal punto da farci tornare indietro. In realtà è una bellissima ascesa, ripida ma non lunghissima e i tempi della guida, che dava 3 ore per arrivare in cima sono davvero esagerati. Se ben ricordo abbiamo impiegato meno di 2 ore, certo di mattina si cammina più velocemente ma saremmo riusciti a raggiungere il santuario anche la sera precedente.

Arriviamo al Santuario (http://www.montesenario.net/) e ci troviamo forse per la prima volta in un luogo turistico, pieno di gente che viene qui a Messa o semplicemente per una passeggiata. Ci rilassiamo un attimo e osserviamo il panorama, qui abbiamo una piacevole sorpresa: si intravede la Cupola del Brunelleschi del Duomo di Firenze!!! Sappiamo che manca ancora tanta strada, ma vedere la meta è importante, sappiamo che vogliamo arrivare lì. Io non sono mai stato a Firenze prima e arrivarci a piedi è qualcosa che ricorderò per molto tempo.

In realtà il percorso della Via Degli Dei della guida termina a Fiesole..ma ora che abbiamo visto la Cupola iniziamo a pensare che non ci possiamo fermare prima, dobbiamo arrivare in piazza con gli zaini!  

E’ domenica, io decido di fermarmi a Messa al convento mentre gli altri ripartono, ci ritroveremo più tardi nel pomeriggio. La celebrazione ha un sapore particolare, grazie al luogo, al fatto di aver trasformato il cammino della via Degli Dei in un piccolo pellegrinaggio e ad altre piccole ma importante scoperte fatte in questo convento.

Terminata la celebrazione riparto, per la prima volta in questo percorso cammino da solo. E’ una bella sensazione, è bello affrontare i percorso con un gruppo di amici ma ogni tanto avere un momento di solitudine è importante. Importante camminare in silenzio, meglio se in mezzo alla natura, ti permette di fermare quel tempo che scorre sempre troppo velocemente. Non mi rendo conto che tra pensieri e foto cammino davvero velocemente, sto bene e il percorso diventa quasi una corsa, non per raggiungere gli altri prima..ma per il piacere di vedere questi luoghi e volare su di essi. 

Raggiungo i miei compagni di viaggio a metà strada tra Monte Senario e Fiesole. Ci rendiamo conto che la tappa sarà davvero lunga, arrivare a Firenze comporta un percorso complessivo per questo giorni di più di 30km. Fortunatamente stiamo tutti bene e la sensazione è che arriveremo sotto il cupolone con gli zaini in spalla!

Ci mettiamo in cammino e pian piano lasciamo i sentieri e i boschi per raggiungere le prime case e poi Fiesole. Per firenze mancano ancora diversi chilometri, che percorriamo tra splendide case. Ad un certo punto davanti a noi un cartello: FIRENZE.. ci siamo!  E’ d’obbligo “cambiarsi”, l’entrata in città va fatta con un abbigliamento diverso da quello dei boschi del Monte Senario, anche se saremo sempre quei 3 pazzi che 4 giorni fa a Sasso Marconi in un bar chiesero “Scusate per Firenze…no ..non in auto..andiamo a piedi!”

Arriviamo in città a metà pomeriggio, piena di turisti, qualcuno ci guarda male..in fondo veniamo da più di 100 km fatti in 4 giorni e camminiamo dalla mattina. La piazza è stupenda, piena di turisti in fondo è il 4 Maggio ed è l’ultimo giorno del ponte, molti sono stati in ferie in questa città d’arte..altri sono stati a camminare e vivere una bellissima esperienza sulla Via Degli Dei!

Non abbiamo molto tempo per visitare, qualche foto e poi di corsa, se di corsa si può parlare dopo tanta strada e parecchia stanchezza, alla stazione. C’è moltissima gente..e naturalmente i treni sono tutti pieni! Apparentemente non c’è modo di rientrare a Bologna stasera, anche peggio rientrare a Sasso Marconi. Fortunatamente qualcuno ci consiglia bene e riusciamo a prendere il treno, faremo il viaggio in piedi e pagheremo una piccola multa, ma dobbiamo assolutamente rientrare. Così si rientra a Bologna, da lì raggiungere Sasso Marconi è un problema, ma fortunatamente abbiamo qualche amico con l’auto disponibile a darci un passaggio. 

L’avventura termina qui, scriverò un altro piccolo articolo di conclusioni e consigli per chi volesse affrontare questo splendido percorso

 

4 thoughts on “La Via Degli Dei – Giorno 4

  1. Pingback: La Via Degli Dei | I miei viaggi

  2. Pingback: La Via Degli Dei Percorso | I miei viaggi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *